CULTURE

escapeFB

11 Ago: Escape the Corset!

E’ nato un movimento, nella mia amata Corea del Sud, che combatte contro gli standard di bellezza irrealistici. Donne che devono svegliarsi due ore prima di andare al lavoro per assicurarsi una pelle perfetta e un trucco perfetto.
di Micaela Antozzi – Art Director

FaceboBlitzu

06 Ago: The Blitz Kids

Nei primi anni ’80 la discoteca Blitz di Covent Garden a Londra fu la culla di quello che divenne noto come il movimento New Romantic e quelli che la frequentavano erano conosciuti come “Blitz Kids”.
di Micaela Antozzi – Art Director

blfb

17 Lug: Black Statues Matter… O forse no?

La situazione di fatto è che essere neri, in nazioni come gli Stati Uniti e il Regno Unito, comporta mediamente meno educazione, meno ricchezza, meno salute e molta più probabilità di essere discriminati, se non direttamente uccisi, dalla polizia.
di Pancras Ætius McMorris – Linux Evangelist

plastFB

16 Lug: The Plastic Waste Crisis

Questa pandemia da Covid-19 ci ha offerto insoliti benefici ambientali: aria più pulita, minori emissioni di carbonio e una tregua per la fauna selvatica e non abbiamo mai avuto possibilità migliori come in questo momento per cambiare le nostre abitudini. di Micaela Antozzi {Art Director Weblicity.net}

hlFB

24 Giu: HUMAN LIBRARY

The Human Library , “la biblioteca umana” così tradotta in italiano, è sinonimo di innovazione e ha la capacità di andare oltre l’ordine costituito delle cose.
di Monica Bani {Fotografa}

videoposter

05 Giu: Visioni acustiche di distacchi

Un tono un sottotono che si stacca dalle corde vocali. L’ultimo abbraccio con se stessi prima del cambiamento.
In un tempo che scorre uguale a se stesso mi concedo all’estasi dell’ispirazione ed entro in un mondo fluido in continuo mutamento. di Deborah Demoro {Docente & Scrittrice}

03 Giu: Le “Tart Card” da Soho a King’s Cross

Oltre a diventare in seguito un fenomeno culturale da parte di molti collezionisti, queste pubblicità in miniatura che ci hanno detto moltissimo sulle fluttuazioni e le mode di ciò che veniva offerto, sono soprattutto un esempio di “arte Accidentale” subculturale praticamente unico a Londra. di Micaela Antozzi {Art Director}